Che cos’è l’Analisi Transazionale?

analisi transazionale

Che cos’è l’Analisi Transazionale

Che cos’è l’Analisi Transazionale? Cosa fa uno psicoterapeuta – analista transazionale? Come “funziona” una terapia ad orientamento analitico transazionale? Sono queste alcune delle domande che durante il primo incontro conoscitivo, mi rivolgono le persone che incontro nel mio studio. Purtroppo, non sempre ho il dono della sintesi (sic!)Non nascondo di trovarmi in difficoltà nel fornire una risposta semplice, ma allo stesso tempo chiara che tenga in giusta considerazione la legittimità delle domande, la complessità del modello analitico transazionale e il tempo limitato di una seduta. Del resto, non amo neanche la risposta “sbrigativa-difensiva” del tipo:”Se vuole, in internet può trovare molto materiale divulgativo sull’Analisi Transazionale”. In fondo, è una non risposta. L’obiettivo che mi pongo con il presente articolo è formulare una sintesi che fornisca, in un tempo breve, risposte utili  alle domande su riportate.

Assunti fondamentali dell’AT

Va innanzitutto detto che l’Analisi Transazionale (indicata generalmente “AT”) è uno dei tanti modelli di intervento psicoterapico. Ci sono, infatti, diversi modi di leggere e intervenire sui problemi psicologici. Alla base della pratica AT si trovano alcuni principi filosofici che guidano l’analista transazionale nel suo lavoro:

    • Ogni persona va bene per come è al di dà dei suoi comportamenti. Si può non condividere quello che qualcuno fa, ma l’obiettivo non è giudicare bensì comprendere.
    • A meno che non ci siano danni cerebrali, ognuno ha la capacità di pensare.
    • Il destino di ognuno è, prevalentemente, frutto delle nostre decisioni e tali decisioni possono essere cambiate.

Da questi assunti deriva il metodo contrattuale. Con il vostro terapeuta AT, partendo dal problema arriverete alla definizione di uno o più contratti di terapia (obiettivi). Per raggiungerli lavorerete insieme, ognuno con le sue competenze, assumendo una responsabilità congiunta per ottenere il cambiamento desiderato. Quali sono i concetti che più caratterizzano l’Analisi Transazionale rispetto ad altri modelli di intervento?

Gli Stati dell’Io

Secondo l’Analisi Transazionale in noi convivono, a volte in armonia a volte meno, una sorta di sub personalità (i cosiddetti “Stati dell’Io”) chiamati Genitore, Adulto, Bambino. Quando siamo nel Genitore riproponiamo comportamenti, pensieri ed emozioni generalmente introiettati da figure genitoriali, adulti significativi, modelli culturali. Se, invece, siamo nell’Adulto agiamo in risposta a quello che accade nel “qui ed ora”: elaboriamo informazioni, facciamo valutazioni, interroghiamo il Genitore e il Bambino per scegliere l’azione più adeguata alla situazione. Nel Bambino, siamo in contatto con pensieri, emozioni e comportamenti di quando eravamo piccoli. Questi tre aspetti possono essere in relazione sana o disfunzionale tra loro e con quelli degli altri con i quali scambiano transazioni comunicative (da qui il termine Transazionale). Il terapeuta AT analizza le comunicazioni disfunzionali intrapsichiche (tra i nostri Stati dell’Io) e interpersonali (tra i nostri Stati dell’Io e quelli degli altri) che determinano e mantengono i problemi.

Copione e Giochi

Come in uno spettacolo teatrale si ha una trama che definisce personaggi e finale, allo stesso modo esiste un Copione nella vita di ognuno di noi. E’ un piano di vita inconscio che limita l’autonomia e la realizzazione individuale. E’ basato su convinzioni rigide e distorte su di sé, gli altri e la vita, conseguenza di bisogni frustrati nel corso del nostro sviluppo. L’analista transazionale pone attenzione al Copione della persona per aiutarlo ad uscirne e a riscrivere la propria storia. Per farlo, analizza alcune dinamiche che, senza rendercene conto, tendono a rinforzare gli aspetti copionali. Ne sono un esempio i Giochi psicologici che avvengono tra gli individui. Si tratta di dinamiche relazionali ripetitive e disfunzionali, mosse da motivazioni inconsapevoli. Queste, come Tornaconto del Gioco (vale a dire il risultato finale) confermeranno le nostre convinzioni/emozioni di Copione.

Conclusioni

La risposta alle domande poste all’inizio del paragrafo credo si possa così sintetizzare:“L’Analisi Transazionale è uno dei tanti modelli di intervento psicoterapico. Lo psicoterapeuta e il cliente lavorando sugli Stati dell’Io, sulle transazioni, sui Giochi e sulle convinzioni/emozioni di Copione si muovono verso obiettivi di cambiamento stabiliti insieme. Il tutto in un clima paritario di collaborazione e corresponsabilità“.

Be Sociable, Share!


Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *